fbpx

Otoplastica: quando ricorrere alla chirurgia delle orecchie?

0

Adulti e ragazzi ricorrono all’intervento di otoplastica per risolvere un disagio estetico legato alla forma delle orecchie.

La chirurgia delle orecchie, infatti, è in grado di correggere con successo tali inestetismi regalando al volto intero un aspetto più armonioso e restituendo sicurezza e benessere emotivo.

Oggi vogliamo darti alcune importanti informazioni su questo intervento di chirurgia plastica.

Cos’è l’otoplastica? 

L’intervento di otoplastica serve a rimodellare il padiglione auricolare. L’operazione di chirurgia delle orecchie permette di risolvere inestetismi legati alla posizione e alla grandezza delle orecchie, o le cosiddette orecchie a sventola. Queste ultime, molto comuni in modo più o meno pronunciato, riguardano una conca molto prominente e pieghe (elice e antelice) ridotte. L’otoplastica interviene con il riposizionare le orecchie vicino la testa diminuendo la cartilagine con la creazione di pieghe.

Si tratta di un intervento molto richiesto anche in età adolescenziale, laddove l’inestetismo alle orecchie si presenta molto evidente, quindi fonte importante di disagio

Come avviene l’intervento di otoplastica?

L’intervento di otoplastica avviene generalmente in anestesia locale ma, nei pazienti di giovane età, si potrebbe preferire l’anestesia generale. Bloccando completamente la sensibilità del padiglione si può intervenire senza che il paziente avverta alcun disturbo o dolore.

L’intervento prevede sempre un rimodellamento della conca tramite l’asportazione di una piccola parte di cartilagine, spesso causa fondamentale delle orecchie a sventola. L’incisione viene fatta con un accesso retroauricolare, quindi nella piega dell’attaccamento dell’orecchio stesso alla regione mastoidea.

Il chirurgo plastico, dopo aver esaminato il caso, adatterà accorgimenti diversi per ogni paziente. L’operazione ha la durata di un’ora e mezza e le cicatrici poste tra le pieghe naturali del padiglione sono assolutamente poco visibili. Il risultato dell’otoplastica è apprezzabile sin da subito.

I candidati migliori per la chirurgia delle orecchie

Ricorrere all’otoplastica può essere un’esigenza per tutte quelle persone che non si sentono a proprio agio con l’aspetto delle proprie orecchie. Maggiormente esposti a questo problema sono gli uomini, che difficilmente riescono a nascondere delle orecchie a sventola, ad esempio fra i capelli come invece fanno le donne.

Durante le prime visite il chirurgo esperto sarà in grado di riconoscere le reali motivazioni che spingono il paziente a voler effettuare un intervento di otoplastica e suggerire l’iter più adatto al caso specifico. In generale, il candidato migliore per un intervento di otoplastica ha aspettative realistiche e gode di ottima salute psico-fisica.

 

Otoplastica in età pediatrica e adolescenziale

L’otoplastica non può essere effettuata su bambini di età inferiore a sei o sette anni. L’orecchio dei bimbi infatti, per poter essere sottoposto a questo intervento di chirurgia plastica, deve necessariamente aver raggiunto uno sviluppo completo.

Nonostante l’operazione viene spesso richiesta dai genitori per prevenire futuri disagi, il chirurgo deve tenere conto di eventuali esigenze, paure e desideri del piccolo, oltre che chiaramente della fattibilità e fondatezza dell’intervento. Per accompagnare il giovane paziente verso una scelta consapevole e sicura.

L’otoplastica, come qualsiasi intervento estetico, richiede il giusto approccio chirurgico innanzitutto, ma anche psicologico e motivazionale, specialmente nei più giovani.

Sebbene si tratti di uno degli interventi di chirurgia plastica con poche complicazioni è bene affidarsi sempre e solo a professionisti.

Dr. med. Martino Meoli chirurgo plastico, ricostruttivo ed estetico Lugano

 

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Dr. Meoli - Plastic Surgery - Lugano - Locarno - Lucerna

×
×